News - Gruppo Abele - Sostienici

Lo sguardo su sè stesse di 25 ragazze arriva a Torino con una mostra fotografica

Je suis, j'ètais, je serai

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ci sono 25 ragazze che aspettano con trepidazione l’arrivo di un giorno per loro di grande importanza: quello in cui  verrà inaugurata a Torino la mostra fotografica di cui sono state protagoniste fin dai primi passi.

Il grande giorno sarà venerdì 8 giugno a partire dalle h 20.00 e le protagoniste sono giovani ivoriane, quasi tutte minorenni, con esperienze alle spalle di abbandono della famiglia e della scuola, sfruttamento e violenza. Le abbiamo conosciute allo Spazio Mères Filles all’interno del Carrefour Jeuenesse di Grand Bassam, da sempre centro di ritrovo e di fervore attivo, creato e animato dalla Comunità Abele nel lontano 1985 come progetto di cooperazione internazionale del Gruppo Abele.

Leggi tutto

Mario, al di là di tutti i limiti per “seminare un po’ di giustizia”

Vicino alla sede del Gruppo Abele, nel vecchio quartiere operaio di San Paolo situato nella zona occidentale della città di Torino, ha vissuto Mario, un uomo la cui storia è rimasta sconosciuta ai più, ma la cui generosità ha toccato la vita di molti.

Da molto tempo si premurava di farci arrivare con regolarità una donazione per sostenere le nostre attività. Il suo impegno era accompagnato da una grandissima discrezione; non lo avevamo infatti ancora mai incontrato.

la storia di Mario

 

 

Leggi tutto

Anche le aziende in prima linea per il 5×1000 al Gruppo Abele

GA-5x1000-2018-2BDA PIÙ DI CINQUANT’ANNI ACCANTO AGLI ULTIMI

 

ll 5×1000 è una misura fiscale che consente ai contribuenti di destinare una quota dell’IRPEF (pari, appunto, al 5 per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche) a enti non profit.

Anche tu come azienda puoi scegliere di stare dalla nostra parte e diffondere tra i tuoi dipendenti quest’opportunità di sostegno alla nostra associazione, per permetterci di continuare a stare accanto a chi vive momenti di fragilità e bisogno.

Leggi tutto

Le quote disponibili per un lascito solidale: facciamo chiarezza.

lasciti testamentari

Nello scorso post vi abbiamo raccontato quanto i lasciti solidali siano importanti e lo abbiamo fatto attraverso le parole di Giovanna, che ci ha confidato il motivo della sua scelta di starci accanto, per sempre.

Vi abbiamo quindi parlato di cosa sono, di come si fanno e di cosa può essere lasciato a un’associazione non-profit come il Gruppo Abele.

Questa volta vogliamo affrontare la domanda che più di tutte ci viene posta dalle persone che vorrebbero destinare una parte dei loro beni a un ente come il nostro. Avendo parenti diretti, è possibile destinare parte del proprio patrimonio a un’associazione? La risposta è sì. Infatti, la legge stabilisce che ad alcune persone spetti di diritto una parte dei beni del testatore: si tratta degli “eredi legittimari”, cioè i figli, il coniuge, i genitori.

Leggi tutto

Lasciti testamentari: la parola a chi ha scelto di lasciare un’eredità che vale più di qualsiasi ricchezza

immagine 2 lasciti

Giovanna, pochi mesi fa, si è aperta alle nostre domande e ci ha confidato:  “Quando lasciamo questa terra lasciamo tutto quanto, portiamo con noi soltanto l’amore per le persone, non le cose, neppure le piante del balcone che tutti i giorni innaffiavamo…” ed è per questo che ha deciso, dopo un percorso di conoscenza della nostra associazione, di redigere un testamento e di lasciare un lascito solidale al Gruppo Abele  perciò desidero donare quelle pareti che circondano gli oggetti che abbiamo lucidato per una vita: la nostra poltrona preferita, i nostri bicchieri, le nostre piante, alle persone che non ne posseggono. La consapevolezza che ciò che ho amato e curato sia ancora utilizzato, mi dà molta serenità.”

Leggi tutto

Immigrazione: nel 2017 crollano gli sbarchi. E i diritti

barca migrantiCirca 60 mila migranti in meno sono sbarcati in Italia nell’anno che ci siamo appena lasciati alle spalle. Un calo del 34 percento per gli arrivi sulle coste italiane che porta a 120 mila il numero delle persone approdate via mare in cerca di una nuova vita, tra cui quasi 16mila minori non accompagnati.

Leggi tutto

Drop House: in tanti all’aperitivo per sostenere la casa delle donne

IMG_6282_2

Andare in centro a Torino per un aperitivo. Esperienza comune. Meno ordinario, invece, quello che oltre 50 persone hanno voluto fare venerdì 1 dicembre, scegliendo di dare un gusto diverso alla solita serata. La struttura di co-housing del Gruppo Abele Via delle Orfane, in centro città, ha infatti ospitato un momento conviviale e di raccolta fondi per un altro progetto della nostra associazione, la Drop House, attivo in periferia dal 2008 con l’obiettivo di dare una casa comune alla multiculturalità del quartiere torinese Barriera di Milano e alle tante storie che ci convivono. Leggi tutto

Dona dove c'è più bisogno
IMG_6435_rev2

Dal 1965 il Gruppo Abele accoglie e sostiene le persone più fragili e contribuisce alla realizzazione di una società più giusta e solidale. Nel corso di cinquant’anni le nostre attività si sono ampliate e rinnovate nello sforzo di rispondere a bisogni sempre nuovi, senza mai scostarsi dall’anima e dal fine ultimo del nostro impegno: la dignità e la libertà delle persone.

×
La valigetta con l'indispensabile

Importo donazione (€):

 

Ricorrenza:

 Donazione singola

 Donazione mensile

 

Modalità di pagamento:

 Carta di credito / Paypal

 Bonifico

 Bollettino

 

 

 

×
In Africa con bambini e ragazzi
africa02b

Il Gruppo Abele è impegnato da anni a Grand Bassam (Costa d’Avorio) dove svolge corsi di alfabetizzazione, visite ambulatoriali e anima una biblioteca pubblica.

×
Un posto a tavola
unpostoatavola

Attente all’unicità delle persone e delle loro storie, le comunità del Gruppo Abele offrono un sostegno calibrato a seconda delle esigenze e dei problemi: dipendenza da droghe, situazioni legate all’HIV/AIDS, traumi frutto di violenza famigliare, riscatto dal mercato della tratta e della prostituzione.

×
Libere dallo sfruttamento
sfruttamento2

Il Gruppo Abele è da sempre vicino alle persone costrette a prostituirsi, offrendo loro ascolto, riconoscimento e accompagnamento nella costruzione di una nuova vita.

×
Una porta sulla strada
dipendenze

Per chi è vittima di dipendenze (droghe, gioco d’azzardo, internet) ma anche per chi vive situazioni di povertà, vulnerabilità e disagio esistenziale, il Gruppo Abele offre un servizio di ascolto e di orientamento e una struttura di prima accoglienza.

×
Nelle periferie con i giovani
giovani3

Gli “educatori di strada” del Gruppo Abele sono attivi nelle periferie e nelle zone più “a rischio” di Torino per costruire con i giovani vie alternative all’emarginazione e all’illegalità.

×
Dona dove c'è più bisogno
IMG_6435_rev2

Dal 1965 il Gruppo Abele accoglie e sostiene le persone più fragili e contribuisce alla realizzazione di una società più giusta e solidale. Nel corso di cinquant’anni le nostre attività si sono ampliate e rinnovate nello sforzo di rispondere a bisogni sempre nuovi, senza mai scostarsi dall’anima e dal fine ultimo del nostro impegno: la dignità e la libertà delle persone.

×
Dona dove c'è più bisogno

Importo donazione (€):

 

Ricorrenza:

 Donazione singola

 Donazione mensile

 

Modalità di pagamento:

 Carta di credito / Paypal

 Bonifico

 Bollettino

 

 

 

×
Un posto a tavola

Importo donazione (€):

 

Ricorrenza:

 Donazione singola

 Donazione mensile

 

Modalità di pagamento:

 Carta di credito / Paypal

 Bonifico

 Bollettino

 

 

 

×
Nelle periferie con i giovani

Importo donazione (€):

 

Ricorrenza:

 Donazione singola

 Donazione mensile

 

Modalità di pagamento:

 Carta di credito / Paypal

 Bonifico

 Bollettino

 

 

 

×
Libere dallo sfruttamento

Importo donazione (€):

 

Ricorrenza:

 Donazione singola

 Donazione mensile

 

Modalità di pagamento:

 Carta di credito / Paypal

 Bonifico

 Bollettino

 

 

 

×
Una porta sulla strada

Importo donazione (€):

 

Ricorrenza:

 Donazione singola

 Donazione mensile

 

Modalità di pagamento:

 Carta di credito / Paypal

 Bonifico

 Bollettino

 

 

 

×